A cura di Airis srl, Dott. Juri Albertazzi, Ing. Gildo Tomassetti


Utilizzo di sistemi leggeri, a secco, basati sul meccanismo massa-molla-massa.
Il sistema proposto, che prevede l’utilizzo di sistemi massivi (setti in cls di spessore pari a 10 cm.) accoppiati con elementi a secco (partizione esterna) sostenuti da struttura lignea con intercapedine riempita in tutto o parzialmente da lana minerale di bassa/media densità, oppure, di elementi completamente a secco (nella partizioni interne), risulta da un punto di vista acustico, altamente performante. La prestazione degli elementi tecnici è peraltro facilmente scalabile agendo sullo spessore e sulla tipologia degli isolanti termoacustici impiegati.


  • Pacchetto murario esterno a pilastri con setto in cls e coibentazione in polistirolo in un unico getto; chiusura tamponamento esterno con montanti in legno fra i quali è alloggiata coibentazione termoacustica in lana minerale di spessore variabile sino a 100 mm. e finito internamente con lastre in cartongesso (semplice o doppia) Rw ≥ 60 dB.
  • Il vano dell’avvolgibile è rivestito con elemento avente telaio in legno, pannello in compensato (o MDF o gessofibra, o cartongesso) verso l’avvolgibile, e lastra singola o doppia in cartongesso sul lato interno. Intercapedine con lana minerale bassa densità spessore sino a 100 mm. Rw ≥ 45 dB.
  • Sottobancale finestra realizzato con telaio perimetrale in legno, pannello frontale in acciaio per anti-intrusione rivestito da cappotto in polistirene spessore 80 cm, con rasatura esterna finale; lastra interna in compensato (o MDF o gessofibra, o cartongesso). Intercapedine con due pannelli in lana di legno mineralizzata ed eventuale lana minerale Rw ≥ 40 dB.
  • Parete realizzata a secco con due strutture in legno tra loro separate ed indipendenti e lastre su entrambe le facce della singola struttura in cartongesso o gessofibra. Intercapedine tra le lastre con lana minerale a bassa densità di spessore variabile eventualmente inserita anche nell’intercapedine tra le due strutture Rw ≥ 60 dB.
  • Parete realizzata a secco con semplice struttura in legno e lastre in cartongesso o gessofibra, intercapedine tra le lastre con lana minerale a bassa densità di spessore variabile Rw ≥ 45 dB.

* DPCM 5/12/1997 Requisiti acustici degli edifici
** UNI 11367:2010 Classificazione acustica delle unità immobiliari

La “scatola nella scatola”
L’insieme degli elementi a secco della parete esterna e dei tamponamenti interni, unitamente  al solaio e al rivestimento a soffitto, sempre finito in cartongesso, rende ogni vano della casa assimilabile a una “scatola nella scatola” nettamente separato dagli elementi strutturali dell’edificio e la cui prestazione può facilmente essere implementata agendo sugli spessori degli isolanti termoacustici impiegati.